Vinyasa Yoga

COSA E’ IL VINYASA YOGA

Il Vinyasa Yoga è uno stile dinamico e moderno di yoga, che collega il movimento al respiro, il cui intento è quello di risvegliare PRANA, la nostra energia vitale.Trae origine dall’Ashtanga Yoga, di cui ne conserva la dinamicità e l’importanza di muoversi insieme al respiro, ma si sviluppa su sequenze libere adattandosi così alle esigenze di ogni corpo.Le classi di Vinyasa Yoga sono divertenti e stimolanti, contribuiscono a sviluppare coordinazione, forza, connettendoci con il nostro potere personale. Nel Vinyasa yoga non abbiamo posizione statiche, ma la pratica avviene secondo un flusso ininterrotto di movimento e respiro dove la transizioni da una posizione (asana) all’altra acquistano particolare importanza , e sono guidate in maniera accurata e rispettosa di ogni singolo corpo. 

This style is also called flow yoga, because of the smooth way that the poses run together and become like a dance

Tra gli effetti principali: l’ossigenazione di tutti gli organi, maggiore flessibilità, tonificazione dei muscoli e attraverso il pranayama e tecniche di meditazione, calmare la mente, aiutandoci a connetterci maggiormente con il nostro corpo, donando un senso di felicità ed inducendoci a sviluppare un’ attitudine positiva nei confronti della vita.


il mio approccio

Perchè il Vinyasa Krama o Vinyasa Integrato: 

Nel Vinyasa Krama si lavora “con una giusta progressione”, le sequenze (dal pranayama alla meditazione ) sono sviluppate  con consapevolezza , riscaldando il corpo in modo da privilegiare la funzione alla forma senza mai prescindere dalla relazione tra il micro e macro cosmo.

In una giornata molto calda praticheremo ad esempio un pranayama rinfrescante, in una giornata ventosa eseguiremo posture radicanti.

Allo stesso modo non si prescinde mai dall’azione energetica delle asana: prepareremo gli inarcamenti con delle torsioni, dopo un inarcamento andremo a nutrire i reni con delle pratikriyasana (o contro posture) specifiche. Dopo una sequenza di standing poses andremo ad invertire il corpo cambiando il flusso sanguigno ed energetico.

Il focus della classe cambierà poi con le stagioni, ma anche con le ore della giornata a volte con “l’energia del gruppo” e qualunque sia l’intento della pratica, sono pensate per riportare il corpo in una condizione di equilibrio o “sattvica”.

A questo si unisce l’attenzione all’allineamento, e la proposta di sequenze più tradizionali che includano tutte le classi di asana. Questo permette all’allievo di approcciarsi ad una pratica completa e più tradizionale, per questo io amo definire il mio Vinyasa come Integrato.

Un classe dinamica ma “pensata” in cui sono integrate le varie conoscenze e tradizioni che ho studiato e sperimentato.


WHAT IS VINYASA YOGA

Vinyasa Yoga is a dynamic and modern style of yoga that connects movement and breath, whose intent is to awaken PRANA, our vital energy.

It originates from Ashtanga Yoga, and alike Ashtanga it preservs the dynamism and the importance of moving together with the breath, but differently from Ashtanga Yoga, is built on free sequences, adapting to the needs of each body.

Vinyasa Yoga classes are fun and stimulating, they help to develop coordination, strength, connecting with our personal power. In Vinyasa Yoga we do not have static positions, but the practice takes place according to an uninterrupted flow of movement and breath where the transitions from one position (asana) to the other take on particular importance, and are guided in an accurate and respectful manner of each individual body.

This style is also called flow yoga, because of the smooth way that the poses run together and become like a dance

Among the main effects: the oxygenation of all organs, greater flexibility, toning of muscles and through pranayama and meditation techniques, calming the mind, helping  to connect more with our body, giving a sense of happiness and getting us to develop a positive attitude towards life.


my approach

Why Vinyasa Krama or Integrated Vinyasa

In Vinyasa Krama we work “with a wise progression”, the sequences (from pranayama to meditation) are developed with awareness, warming the body in order to privilege function over form without ever ignoring the relationship between the micro and macro cosmos.

On a very hot day we will practice a refreshing pranayama, on a windy day we will perform grounding postures.

In the same way, we never ignore the energetic action of the asanas: we will prepare the back bends with some twists, after back bends we will nourish the kidneys with specific pratikriyasana (or counter-poses). After a sequence of standing poses we will invert the body by changing the blood and energy flow.

The focus of the class will change with the seasons, also within the daily hours, at times even with “the energy of the group”. Whatever the intent of the practice, they are designed to bring the body back into a balanced or “sattvic condition”.


I Add to this a proper body alignment, and the proposal of more traditional sequences that include all classes of asanas. This allows the students to approach a complete and more traditional practice: this is why I love to define my Vinyasa also as “Integrated Vinyasa”.

A dynamic but “thought-out” class in which the various knowledge and traditions that I have studied and experienced are integrated.





img_0103
img_0109