Come Manifestare i tuoi desideri e la Legge dell’Attrazione

Quando si parla di Benessere, Ricerca di Sè e Crescita Spirituale ci si imbatte spesso nell’espressione “manifestare” , manifestare un desiderio, un’intenzione , visualizzare manifestare.

Ma come si manifesta? Cosa vuole dire manifestare?

Il termine manifestare, così contestualizzato, è  il rendere qualcosa reale, quindi manifesto, attraverso la forza dei propri pensieri, sentimenti, credenze.

Possiamo fare un passo indietro per ritornare ad  un concetto ormai universale, che è quello della Legge dell’Attrazione.  “La legge dell’ Attrazione”  e  “Chiedi e ti sarà dato” best sellers degli americani Ester e Jerry Hicks  sono solo tra i primi  testi sull’argomento a ripercorrere, riadattandolo, un semplice ma rivoluzionario concetto come quello definito da Einstein nel 1905 attraverso la relazione di equivalenza massa-energia, all’interno della più complessa teoria della Relatività : “Tutto è energia”

Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. Sintonizzati alla frequenza della realtà che vuoi e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà ”A. Einstein

law-of-attraction_phixr

Semplicemente in quanto esseri viventi siamo tutti dotati di campo magnetico e di una vibrazione energetica personale, che può modificarsi in base a fattori ambientali, e di proprie abitudini, alimentari , di stile di vita e soprattutto di pensiero ed emozioni; la salute mentale è alla pari e imprescindibile da quella fisica e la forza dei nostri pensieri definisce costantemente la nostra realtà.

Chi ha da poco intrapreso il percorso della ricerca di sè, può avvicinarsi ai concetti come  quello della Legge dell’ Attrazione colmo di fiducia o con l’aspettativa inconscia che sia sufficiente desiderare o “Chiedere all’Universo” per raccogliere i frutti della propria richiesta.

Sicuramente prendere coscienza dei propri desideri e obiettivi è il primo passo verso la possibilità di manifestarli nel mondo esterno, ma questo non è sufficiente, poichè la realtà intorno a noi, e ancora prima quella al nostro interno, non si smuovono seduti comodamente dal divano di casa, dobbiamo in qualche modo fare il nostro lavoro.

Questo è il più grande misunderstanding legato alla legge dell’attrazione, e anche la più grande aspettativa puntualmente disattesa che abbiamo nei confronti della vita: aspettarsi che tutto vada come vorremmo per il solo fatto di desiderarlo.

IMG_5537

L’altra notizia è che il simile attrae il simile, non ciò che noi vogliamo.

Quindi per la legge del il simile attrae il simile, tendiamo ad attrarre persone, circostanze situazioni che si adattano perfettamente al nostro livello vibrazionale ( e anche al nostro livello di evoluzione, se parliamo in termini di karma) . I nostri pensieri hanno una loro frequenza, e tendono ad espandere la realtà su cui si focalizzano. La nostra mente ha realmente la capacità di condizionare e definire il nostro destino. Per questo dovremmo sempre approcciarci alle nuove esperienze o alle sfide della vita con ottimismo e con un’attitudine positiva, allenandoci a visualizzare ciò che ci apprestiamo a vivere come se lo stessimo già vivendo al meglio delle nostre aspettative.

10378133_1526252784308719_7044651784664811197_n

Visualizzare e poi manifestare, vuole dire infatti pensare a ciò che si desidera come se lo stessimo già vivendo, credere e sentire fermamente che se qualcosa o qualcuno è giusto per noi tutto l’Universo, colmo della sua perfezione, si allineerà per far si che questo accada, e non solo perchè lo desideriamo, ma perchè è giusto per noi, perchè il simile attrae il simile e perchè siamo anche pronti a riceverlo.

E’ perchè se tutto Energia , noi tutti siamo semplicemente frammenti della stessa Fonte. Tutto è  connesso, noi siamo interconnessi gli uni agli altri, e non esistono separazioni.

Come potrebbe un nostro autentico desiderio non incontrare la risposta dell’Universo, se noi e l’Universo siamo ineluttabilmente connessi, o meglio ancora la stessa cosa?

Proprio per questo è sbagliato porci nei confronti del nostro desiderio con attaccamento, o con un sentimento di bisogno, perchè questo non farebbe altro che alimentare la vibrazione spostandola appunto sullo stato di “mancanza”, necessità o dipendenza.

E’ importante focalizzarci su ciò che vogliamo e non su ciò che non vogliamo.

Soprattutto è importante supportare le proprie visualizzazioni con delle azioni, anche piccole che rafforzino le nostre intenzioni, dobbiamo fondamentalmente essere pronti a cambiare qualcosa.

“Per avere di più devi prima di tutto essere di più” .  Jim Rohn-

Quando iniziamo a comprendere che il primo passo nella direzione della manifestazione è prendere  consapevolezza che dobbiamo attivarci, e che quanto più lavoriamo su noi stessi tanto più saremo pronti a ricevere ciò che desideriamo, ecco che iniziamo a muovere dei passi reali nella direzione della manifestazione.

Ovviamente non c’è una regola scritta per quanto riguarda le possibilità di evolverci  ma se vogliamo avvicinarci al principio di manifestazione possiamo iniziare proprio da piccoli sacrifici, cominciando ad uscire dalla nostra zona di sicurezza, cambiando qualche abitudine, sacrificando quindi qualcosa di vecchio per fare posto a qualcosa di nuovo.

Cominciando a:

  • Pensare > Positivamente, smettere di lamentarci
  • Visualizzare > Allineandoci chiaramente con ciò che desideriamo, scrivendo le nostre intenzioni
  • Chiedere> Con Gioia e Gentilezza
  • Credere > Sapendo che arriverà perchè è giusto per noi
  • Sentire> Felicità, come se lo stessimo già vivendo
  • Agire > Piccoli passi nella direzione del nostro desiderio.

Di nuovo non basta “lanciare semi nell’Universo”, se non c’è un progetto, se non siamo pronti noi, prima, a cambiare qualcosa. Non basta desiderare, perlopiù se lo facciamo con attaccamento e dipendenza.

Senza parlarne e soprattutto senza pensarci troppo, allenandoci al cambiamento, la possibilità di ascoltarci insieme a la nostra stessa azione sono i catalizzatori  di Manifestazione più potenti che possiamo chiedere all’Universo.


How to Manifest your dreams and The Law of Attraction

When we talk about Wellness,  the Path of Self Discovery and Spiritual Growth, we often come across the expression “Manifesting”, manifesting a desire, an intention, visualizing and manifesting.

But how to Manifest? What’s the meaning of Manifesting?

The term manifesting, so contextualized, is to make something real, therefore manifested, through the strength of thoughts, feelings and beliefs.

We could take a step back and go back to an universal concept, which is The Law of Attraction. “The Law of Attraction” and  and “Ask and it is given” best sellers by the Americans Ester and Jerry Hicks, are only among the first texts on the subject to capture, by readapting it, a simple but revolutionary concept like the one defined by Einstein in 1905 through  the mass-energy equivalence relation, within the more complex Relativity theory : “Everything is energy”

Everything is energy and that’s all there is to it. Match the frequency of the reality you want and you cannot help but get that reality” A. Einstein

law-of-attraction_phixr

Just simply as living beings, we are all endowed with a magnetic field and a personal energetic vibration, which can change according to environmental factors, habits, food, lifestyle and above all thoughts and emotions; mental health is just as important as physical health and the energy of our thoughts constantly defines our reality.

Those who recently took the Journey of Self Discovery are able to approach concepts such as the Law of Attraction, full of hopes and dreams or with the unconscious expectation that it is sufficient to desire or “Ask the Universe” to reap the fruits of their request .

Becoming aware of your own desires and goals is certainly the first step towards the possibility of manifesting them in the external world, but this is not enough, since reality around us and, before that, reality within us, do not move while we are comfortably seated on the sofa; we must somehow do our work.

This is the greatest misunderstanding about the law of attraction and also the greatest unfulfilled expectation we have about life: to expect that everything will go as we would like for the mere fact of wanting it.

IMG_5537

The other news is that like attracts like, not what we want.

So for the law of the like attracts like, we tend to attract people and circumstances that perfectly match to our vibrational level (and also to our level of evolution, if we speak in terms of karma). Our thoughts have their own frequency and tend to expand the reality they focus on. Our mind has the ability to condition and define our destiny. This is why we should always approach the new experiences or challenges in life with optimism and a positive attitude, training ourselves to visualize what we are approaching like if we were already living it, to the best of our expectations.

10378133_1526252784308719_7044651784664811197_n
In fact, visualizing and then manifesting means thinking of what you want as if you were already living it. It’s believing and firmly feeling that if something or someone is right for us, the whole Universe, full of its perfection, will align to ensure that this happens, not only because we want it, but because it is right for us, because like attracts like and because we are also ready to receive it.

Also because if everything is Energy, we are all simply fragments of the same Source. Everything is connected, we are interconnected to each other, there are no separations.

How could our authentic desire not meet the response of the Universe, if we and the Universe are inevitably connected, or better yet, one and the same?

It is for this reason that it is wrong to think about our desire with attachment or with a feeling of need, indeed this would do nothing but fuel the vibration by shifting it precisely to the state of “lack”, necessity or dependence.

It is important to focus on what we want and not on what we don’t want.

Above all, it is important to support your own visualizations with actions, even the smallest ones, to reinforce our intentions.

We must fundamentally be ready to change something.

To have more you must first be more”. Jim Rohn-

When we begin to understand that the first step towards Manifesting is to become aware that we need to be active, and that the more we work on ourselves, the more we will be ready to receive what we desire, we start to move the real steps towards the Manifestation.

Obviously there is no a written rule regarding the possibilities of evolving, but if we want to get closer to the principle of Manifestation, we have to start from small sacrifices, leaving our comfort zone, changing some habits and sacrificing something old to create space for something new.

Let’s start here:

  • Thinking > Positively, stop complaining
  • View> Align clearly with what you want , write down your intentions
  • Ask> With Joy and Kindness
  • Believe > Knowing that it will come because it is right for us
  • Feel> Happiness, as if we were already experiencing it
  • Act >Small steps in the direction of our desire.

It is not enough to “throw seeds into the Universe”, if there is no project and if we are not ready to change something first. It is not enough to desire, mostly if we do it with attachment and dependence.
Without talking and, above all, without thinking about it too much, prepare ourselves to the change and listen to ourselves, together with our own actions, are the most powerful catalysts of Manifestation we could ask the Universe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...